giovedì 23 marzo 2017

DOMENICA 2 APRILE A SAGRADO MILICARSO

Per tutti gli appassionati o semplici curiosi, domenica 2 aprile 2017 a Sagrado (Gorizia) si svolgerà MILICARSO, una giornata completamente dedicata alla storia e scoperta della Grande Guerra
Ci saranno bancarelle di Militaria, editoria Grande Guerra e la possibilità di effettuare escursioni storiche accompagnati dagli esperti storici del Friuli Venezia Giulia.
GIRO DEI CAMPI DI BATTAGLIA in pullman
Mattina partenza ore 09,30 rientro ore 12,30
Pomeriggio partenza ore 14,30 rientro ore 17,30
ESCURSIONI ai SITI GRANDE GUERRA con le navette – durata ore 1,30
Mattina dalle 9 alle 12,30 / Pomeriggio dalle 14,00 alle 17,00
- Monte San Michele (Zona Monumentale).
- Trincea delle Frasche e Cippo Corridoni.
- Monte Sei Busi/Redipuglia: Dolina dei Bersaglieri, Trincea Mazzoldi e vista Sacrario.
- Castelvecchio: Parco Ungaretti.
- Monte Brestovec (solo pomeriggio).
Per maggiori info: www.milicarso.it


Presente anche il Gruppo Ermada Flavio Vidonis con la presentazione delle iniziative legate al Progetto VOCI DI GUERRA IN TEMPO DI PACE TRA FRONTE E FOLLIA DALL.ISONZO AL TAGLIAMENTO.
All'interno dello spazio espositivo saranno presenti anche alcuni importanti partner per la presentazione delle diverse iniziative che il Progetto sta sviluppando in Regione FVG e in Italia.
Ampio spazio alla Marcia sul Kohisce e sull'Ermada del 14 di maggio e delle iniziativa "LE GROTTE DELLA GRANDE GUERRA" nonchè la mostra "PER NON MORIR DI SETE NELLA GRANDE GUERRA".

Nella splendida cornice di Sagrado, a pochi passi dalla storica Fortezza di Gradisca, nel cuore del territorio che fu teatro dei tragici eventi della Grande Guerra una giornata, il 2 APRILE, dedicata alla memoria, riscoperta e valorizzazione dei siti storici e musei all'aperto della Grande Guerra in Friuli Venezia Giulia col patrocinio del Comune di Sagrado e di Turismo FVG, Presentazione alla stampa il 28 Marzo a Sagrado ore 11.30 in sala consiliare
Ricordiamo tra i partecipanti la proloco di Sagrado, la Proloco di Fogliano Redipuglia, il Gruppo Emada Flavio Vidonis, Sentieri di pace Fogliano, Friul Libris, Aviani & Aviani Editori, Friul Libris, LEG editrice, il Mercatino Mediterraneo, Paolo Mochiut, Turismo FVG, il Comune di Rive D'arcano/forte di Col Roncone, la Proloco di Campoformido, l'Associazione il Piave col presidente Alfredo Tormen, il corpo regionale degli Esperti storici della Grande Guerra, il Comune di Forni Avoltri e il museo locale con Giacomo Pinna
Una giornata dedicata agli appassionati di Storia, Cultura e Territorio che si terrà a Sagrado, presso la LOCANDA CASTELVECCHIO alle falde delle famigerate quattro cime del monte SAN MICHELE e vicino alla località di SAN MARTINO DEL CARSO ambedue  aspramente contese tra il 1915 e il 1916 dai reparti italiani, austriaci, ungheresi e rumeni che ivi combatterono 
Numerose sono le vestigia e i musei tematici all'aperto visitabili in zona tra cui le Caverne del Monte San Michele, le cannoniere del Brestovec, la trincea dei Razzi e delle Frasce, il Cippo Corridoni, l'Ara dedicata alla Medaglia D'Oro Maggiore Venezian, il Parco Ungaretti, il Monumento alla Brigata Sassari, L'area Sacra, il museo di San Martino, le Alture di Polazzo per abbinare una giornata di storia alla riscoperta del territorio sia dal punto di vista  storico che naturalistico.
Numerose di queste mete sono raggiungibili con una breve camminata oppure utilizzando le navette storiche messe a disposizione per le visite (ticket giornaliero 3 euro a persona, per prenotazioni e gruppi IAT Redipuglia 0481 489139 - 335 1444109  )
Per l'occasione il corpo degli Esperti Storici coordinati dal valente Roberto Todero ( per info 335 7892593 ) sarà a disposizione per accompagnare i visitatori durante le escursioni e per presentere gli itinerari regionali della Grande Guerra in Regione e i rispettivi Calendari per la prossima primavera-estate
Al matttino e al pomeriggio è previsto un pulmann Storico che ripercorrà e permetterà la visita ai principali Musei all'aperto (9.30 Sagrado, San Michele, Gorizia e Oslavia e 14.30 Redipuglia, Dolina del Bersagliere, Carso)
Durante tutta la durata dell'evento (dalle 8 alle 18) saranno disponibili dei punti ristori presso il largo Castelvecchio ed è previsto anche un Pranzo a sedere previa prenotazione ( telefonare  a Lucio 338 8400612)
Nell'arco della mattinata si svolgerà un mercatino/scambio di cimeli storici e la 1^ Giornata del Libro Storico con la partecipazione delle principali case editrici regionali e nazionali 
L'evento è raggingibile anche in treno essendo a poche decine di metri dalla storica stazione ferrovaria di Sagrado anche in Bus o treno oltre che in automobile (A4 Raccordo Villesse Gorizia Uscita Villesse o Gradisca), parcheggio gratuito e incustodito alla stazione ferroviaria (300 posti) e al piazzale Castelnuovo (100 posti), parcheggio Camper presso l'area attrezzata di Fogliano Redipuglia
Per ogni informazione Giorgio Giommarini 347 8005771 e 349 6880116
Info point organizzato dalla ProLoco di Sagrado col presidente Libero Tardivo
Per pernottamenti consigliamo l'Hotel al Ponte e il Parco Rurale Alture di Polazzo e in ogni caso per informazioni turistiche Gorizia InfoPoint 0481 535764 

mercoledì 22 marzo 2017

"GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA" L'INCONTRO A FARRA D'ISONZO



 22 Marzo 2017
WORLD WATER DAY
La giornata mondiale dell’acqua “World Water Day” è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, prevista all’interno delle direttive dell’Agenda 21, risultato della Conferenza di Rio.
Cade regolarmente ogni 22 marzo. Le Nazioni Unite attraverso la propria agenzia “Un Water” invitano gli Stati membri a dedicare questo giorno alle raccomandazioni suggerite dall’Assemblea generale e alla promozione di attività concrete all’interno dei loro Paesi.
Una serie di organizzazioni non governative hanno utilizzato la giornata mondiale dell’acqua per sensibilizzare l’attenzione del pubblico sul diritto all’acqua, riconosciuto nel 2010 quale “diritto umano universale e fondamentale“, con occhio di riguardo all’accesso all’acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici.






IL VICE SINDACO DI FARRA D'ISONZO  RENZO LUISA APRE L'INCONTRO




FURIO PREMIANI PRESIDENTE DELLA FEDERAZIONE SPELEOLOGICA REGIONALE FVG





VISINTIN RENATO PRESIDENTE DEL GRUPPO SPELEOLOGICO DI SAN MARTINO DEL CARSO

















CARLO BORGHI OFFICER DEL DISTRETTO LIONS 108 TA2 SUL TEMA DI STUDIO NAZIONALE TERRA







LE ALTRE MOSTRE IN PROGRAMMA









lunedì 20 marzo 2017

LE GROTTE DELLA GRANDE GUERRA

Al via sabato 25 marzo alle ore 15.00 presso l’Agriturismo Le Torri di Slivia ad Aurisina Cave 62, l’apertura della mostra “LE GROTTE DELLA GRANDE GUERRA” collegata alla mostra in Castello "Per non Morir di Sete nella Grande Guerra" ed inserita all’interno del Progetto VOCI DI GUERRA IN TEMPO DI PACE TRA FRONTE E FOLLIA. All’interno della Grotta, immagini emozionanti dei soldati di come si difendevano all’interno delle Grotte, di come cercavano di sopravvivere e di vivere. La particolarità di tale mostra è la diffusione sul territorio, infatti domenica 26 marzo alle ore 11.00, un’altra parte della mostra LE GROTTE DELLA GRANDE GUERRA” verrà presentata all’interno della GROTTA GIGANTE di Sgonico per far entrare in rete queste meraviglie che il Carso è in grado di offrire.
Né la Grotta Gigante, né la Grotta Le Torri di Slivia hanno conosciuto formalmente la Grande Guerra, ma in tali Grotte accessibili al pubblico vogliamo in qualche maniera far conoscere ed ammirare da un pubblico che non è un pubblico “speleologico” quello che accadeva all’interno delle Grotte durante il primo conflitto Mondiale. Per conoscere al meglio e da vicino alcune delle grotte della Grande Guerra bisognerà aspettare altri due appuntamenti 8/9 aprile alla Grotta Valentina di Visogliano con il Gruppo Speleologico San Giusto e il 14 maggio sulle Grotte dell’Ermada con il Grmada e il Flondar.

LA MOSTRA PER NON MORIR DI SETE  NELLA GRANDE GUERRA 



LE TORRI DI SLIVIA
GROTTA GIGANTE
GROTTA VALENTINA
GROTTE DELL'ERMADA


L'iniziativa è inserita nel Programma di PRIMAVERA AL CASTELLO.
Le altre mostre in corso:




A PADOVA al MUSEO DELLA TERZA ARMATA - "ISONZO LE DODICI BATTAGLIE"



A BASSANO DEL GRAPPA al Museo Hemingway e della Grande Guerra - "Gli Autori della Grande Guerra: Hemingway, d'Annunzio, Ungaretti.

La presentazione del Progetto in occasione della GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA


AL VIA LA MOSTRA PER NON MORIRE DI SETE NELLA GRANDE GUERRA


Sabato 25 alle ore 10.00 (ingresso previo prenotazione al 040208120) presso il Centro Congressi del Castello di Duino avrà luogo la conferenza di apertura della Mostra: “PER NON MORIREDI SETE NELLA GRANDE GUERRA” inserita all’interno del Progetto VOCI DI GUERRA IN TEMPO DI PACE, TRA FRONTE E FOLLIA” coordinato dal Gruppo Ermada Flavio Vidonis con il sostegno della Regione Fvg sui Bandi della Grande Guerra. La conferenza vedrà la partecipazione di Gianfranco Simonit, Vice Presidente del Gruppo Speleologico Carsico di San Martino al Carso e di Gabor dell’Associazione Ungherese Meritum partner del Progetto ed ideatori della Mostra. A far gli onori di casa Mauro Depetroni del Gruppo Ermada Flavio Vidonis che illustrerà la sezione del progetto dedicata alle Grotte e all’Acqua due degli elementi essenziali della Grande Guerra. Intervento conclusivo di Chiara Isadora Artico infaticabile presidente dell’Associazione IO DEPOSITO che illustrerà l’altro progetto  B#Side War sempre sostenuto dalla Regione Fvg.



La Conferenza anticiperà la presentazione alle ore 11.00 della installazione “PANOPTICO/ Sound Art Installation by Greta Lusoli a cura della Ass. IoDeposito presso il Bunker del Castello di Duino L’opera PAN-ὀπτικός nasce dal tentativo di evocare sonoramente (e ricostruire nella mente dell’uditore) l’architettura di prigione ideata dal filosofo e giurista J. Bentham alla fine del XVIII secolo, nata come proposta atta a rendere più efficienti, economiche e sorvegliabili le carceri. La prima chiave di lettura è di carattere sensoriale: per evocare la crudele architettura del PAN-ὀπτικός, Greta Lusoli proietta nello spazio prossemico del fruitore un suono vibrante, profondo, aspro e sgradevole, che evoca segnali d’allarme naturali (è forse corretto dire che questo suono pare la summa dei segnali d’allarme prodotti dal mondo animale, comprendendo anche quel mondo animale primitivo che si è estinto), facendo risuonare nella cassa toracica e nella memoria di chi si avvicina echi universali, archetipici, di primordiale forza.
Alle ore 11.30 presso la Sala dei Ricevimenti e successivamente nella Torre, l’apertura della Mostra per “NON MORIRE DI SETE NELLA GRANDE GUERRA” che presenterà un importante collezione di oltre 100 pezzi di borracce (di tutte le nazioni) e di bottiglie che servivano ai soldati per rifornirsi dell’acqua. Nella torre oltre 80 pannelli didattici che illustrano in un percorso articolato le descrizioni delle materiale esposto.
Ma non sarà solo il Castello di Duino la sede della manifestazione, sabato 25 marzo alle ore 15.00 presso l’Agriturismo Le Torri di Slivia ad Aurisina Cave 62, l’apertura della mostra “LE GROTTE DELLA GRANDE GUERRA” collegata alla mostra in Castello ed inserita all’interno del Progetto VOCI DI GUERRA IN TEMPO DI PACE TRA FRONTE E FOLLIA. All’interno della Grotta, immagini emozionanti dei soldati di come si difendevano all’interno delle Grotte, di come cercavano di sopravvivere e di vivere. La particolarità di tale mostra è la diffusione sul territorio, infatti domenica 26 marzo alle ore 11.00, un’altra parte della mostra LE GROTTE DELLA GRANDE GUERRA” verrà presentata all’interno della GROTTA GIGANTE di Sgonico per far entrare in rete queste meraviglie che il Carso è in grado di offrire.
Né la Grotta Gigante, né la Grotta Le Torri di Slivia hanno conosciuto formalmente la Grande Guerra, ma in tali Grotte accessibili al pubblico vogliamo in qualche maniera far conoscere ed ammirare da un pubblico che non è un pubblico “speleologico” quello che accadeva all’interno delle Grotte durante il primo conflitto Mondiale. Per conoscere al meglio e da vicino alcune delle grotte della Grande Guerra bisognerà aspettare altri due appuntamenti 8/9 aprile alla Grotta Valentina di Visogliano con il Gruppo Speleologico San Giusto e il 14 maggio sulle Grotte dell’Ermada con il Grmada e il Flondar.
L'iniziativa è inserita nel Programma di PRIMAVERA AL CASTELLO.
Le altre mostre in corso:

A PADOVA al MUSEO DELLA TERZA ARMATA - "ISONZO LE DODICI BATTAGLIE"


A BASSANO DEL GRAPPA al Museo Hemingway e della Grande Guerra - "Gli Autori della Grande Guerra: Hemingway, d'Annunzio, Ungaretti.





La presentazione del Progetto in occasione della GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA

GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA 22 MARZO 2017


venerdì 17 marzo 2017

IL PROGRAMMA DI PRIMAVERA AL CASTELLO E DINTORNI

Comunicato stampa con preghiera di diffusione

Da venerdì 24 a lunedì 27 marzo 2017 torna a Duino Aurisina (TS) una delle iniziative che da il via alla stagione turistica sul territorio di Duino ‘Primavera al Castello’.
Duino Aurisina si appresta quindi ad accogliere la primavera con una serie d’iniziative che animeranno nel prossimo fine settimana il Castello di Duino e l’intero territorio Carsico

Si partirà venerdì 24 marzo con l’apertura (alle ore 10.00 previo prenotazione 040208120) della mostra “100 anni del Lions International” all’interno della Torre del Castello di Duino. Promossa dal Lions Club Duino Aurisina in collaborazione con tutti i Club della Provincia di Trieste per celebrare i cento anni di attività dei Lions che con 46.000 club con oltre 1,36 milioni di soci sono l’organizzazione di club di servizio più grande del mondo.  Nel 1917 Melvin Jones, un uomo d’affari trentottenne di Chicago, disse ai soci del proprio business club locale che avrebbero dovuto guardare oltre i problemi legati al lavoro e dedicarsi al miglioramento della comunità e del mondo. Il gruppo di Jones, il Business Circle di Chicago, sosteneva la sua visione. Dopo aver contattato gruppi simili negli Stati Uniti fu tenuto un incontro organizzativo il 7 giugno 1917, a Chicago (USA). Il nuovo gruppo prese il nome di uno dei gruppi invitati, la “Association of Lions Clubs”. Nell’ottobre dello stesso anno si tenne una convention nazionale a Dallas (USA) nel corso della quale vennero approvati lo statuto, il regolamento, gli scopi e il codice etico. La mostra è un percorso dei Service che vengono fatti a livello locale, nazionale ed internazionale. La mostra sarà aperta da Massimo Romita Presidente del Club e Dario Angiolini Responsabile di Zona del Distretto 108ta2



Sabato 25 alle ore 10.00 (ingresso previo prenotazione al 040208120presso il Centro Congressi del Castello di Duino avrà luogo la conferenza di apertura della Mostra: “PER NON MORIRE DI SETE NELLA GRANDE GUERRA” inserita all’interno del Progetto VOCI DI GUERRA IN TEMPO DI PACE, TRA FRONTE E FOLLIA” coordinato dal Gruppo Ermada Flavio Vidonis con il sostegno della Regione Fvg sui Bandi della Grande Guerra. La conferenza vedrà la partecipazione di Gianfranco Simonit, Vice Presidente del Gruppo Speleologico Carsico di San Martino al Carso e di Gabor Muranyi dell’Associazione Ungherese Meritum partner del Progetto ed ideatori della Mostra. A far gli onori di casa Mauro Depetroni del Gruppo Ermada Flavio Vidonis che illustrerà la sezione del progetto dedicata alle Grotte e all’Acqua due degli elementi essenziali della Grande Guerra. Intervento conclusivo di Chiara Isadora Artico infaticabile presidente dell’Associazione IO DEPOSITO che illustrerà l’altro progetto  B#Side War sempre sostenuto dalla Regione Fvg.
La Conferenza anticiperà la presentazione alle ore 11.00 della installazione “PANOPTICO/ Sound Art Installation by Greta Lusoli a cura della Ass. IoDeposito presso il Bunker del Castello di Duino L’opera PAN-ὀπτικός nasce dal tentativo di evocare sonoramente (e ricostruire nella mente dell’uditore) l’architettura di prigione ideata dal filosofo e giurista J. Bentham alla fine del XVIII secolo, nata come proposta atta a rendere più efficienti, economiche e sorvegliabili le carceri. La prima chiave di lettura è di carattere sensoriale: per evocare la crudele architettura del PAN-ὀπτικός, Greta Lusoli proietta nello spazio prossemico del fruitore un suono vibrante, profondo, aspro e sgradevole, che evoca segnali d’allarme naturali (è forse corretto dire che questo suono pare la summa dei segnali d’allarme prodotti dal mondo animale, comprendendo anche quel mondo animale primitivo che si è estinto), facendo risuonare nella cassa toracica e nella memoria di chi si avvicina echi universali, archetipici, di primordiale forza.
Mentre alle ore 11.30 presso la Sala dei Ricevimenti e successivamente nella Torre l’apertura della Mostra per “NON MORIRE DI SETE NELLA GRANDE GUERRA” che presenterà un importante collezione di oltre 100 pezzi di Borracce (di tutte le nazioni) e di bottiglie che servivano ai soldati per rifornirsi dell’acqua. Nella torre oltre 80 pannelli didattici che illustrano in un percorso articolato le descrizioni delle materiale esposto.
Alle ore 16.00 di Sabato 25 sempre al Centro Congressi un grandissimo Autore ALBERTO GARLINI scrittore tra i curatori del Festival Letterario PordenoneLegge presenta il suo ultimo libro “IL FRATELLO UNICO” edito dalla Mondadori. Dialogheranno con l’Autore Carmen Gasparotto e Mariaelena Porzio.
Sabato 25 e domenica 26 presso la Sala Grotte del Castello di Duino dalle 10.30 alle 17.00 avrà luogo lo svolgimento di “AQUOLINA DI PRIMAVERA” promossa dall’Associaizone Promoturismo Alpe Adria con una serie di degustazioni di prodotti del territorio dai vini ai formaggi, dai dolci all’olio.
Le iniziative in Castello proseguiranno anche domenica 26 marzo dalle 09.30 alle 16.30 nel parco del Castello di Duino avrà luogo la 8° edizione dell’EXTEMPORE – PRIMAVERA AL CASTELLO artisti en plein air. Gli artisti nazionali ed internazionali, usciti dai loro atelier, realizzeranno le loro opere di pittura, scultura, mosaico e grafica direttamente nel parco e nella corte del Castello. Coordinato dalla Sezione Cultura del Gruppo Ajser 2000 attraverso la sua responsabile Lucia Lalovich. info 3405665103.
Alle ore 11.00 Con spirito equanime di riconciliazione e di pace, attraverso la lettura interpretativa di poeti giuliani, gli allievi del Corso di recitazione dialettale dell’Università della 3° età di Trieste con il patrocinio del LC Duino Aurisina, vogliono onorare le vittime di tutte le violenze espresse nelle guerre di ogni tempo. Con la regia di Romana Olivo Succhielli.
Alle ore 16.45 Nella piazza sotto la torre cinquecentesca ritrovo degli artisti esposizione delle opere realizzate en plein air e consegna dei riconoscimenti a tutti i partecipanti. La giuria sceglierà i vincitori del Primo Trofeo Internazionale “ARTE AL CASTELLO DI DUINO”.


Ma non sarà solo il Castello di Duino la sede della manifestazione, sabato 25 marzo alle ore 15.00 presso l’Agriturismo Le Torri di Slivia ad Aurisina Cave 62, l’apertura della mostra LE GROTTE DELLA GRANDE GUERRA” collegata alla mostra in Castello ed inserita all’interno del Progetto VOCI DI GUERRA IN TEMPO DI PACE TRA FRONTE E FOLLIA. All’interno della Grotta, immagini emozionanti dei soldati di come si difendevano all’interno delle Grotte, di come cercavano di sopravvivere e di vivere. La particolarità di tale mostra è la diffusione sul territorio, infatti domenica 26 marzo alle ore 11.00, un’altra parte della mostra “LE GROTTE DELLA GRANDE GUERRA” verrà presentata all’interno della GROTTA GIGANTE di Sgonico per far entrare in rete queste meraviglie che il Carso è in grado di offrire.
Né la Grotta Gigante né la Grotta Le Torri di Slivia hanno conosciuto formalmente la Grande Guerra, ma in tali Grotte accessibili al pubblico vogliamo in qualche maniera far conoscere ed ammirare da un pubblico che non è un pubblico “speleologico” quello che accadeva all’interno delle Grotte durante il primo conflitto Mondiale. Per conoscere al meglio e da vicino alcune delle grotte della Grande Guerra bisognerà aspettare altri due appuntamenti 8/9 aprile alla Grotta Valentina di Visogliano con il Gruppo Speleologico San Giusto e il 14 maggio sulle Grotte dell’Ermada con il Grmada e il Flondar.
Tale iniziativa rientra nelle iniziative promozionali turistiche che la Promotrieste sviluppa nel corso della sua attività.
Ultimo appuntamento di Primavera al Castello è lunedì 27 marzo alle ore 18.00 presso l’Auditorium IGO GRUDEN di Aurisina dove il mondo delle Associazioni e Sportive sarà protagonista della seconda edizioen della “LE STELLE DELLA CULTURA E DELLO SPORT” promosso dal Lions Club di Duino Aurisina, dove cultura e sport presenteranno le loro eccellenze.

prenotazioni in Castello 040208120
per info 3488704157 / 3405665103

UN GRANDE WEEK END DI EVENTI

Comunicato stampa con preghiera di diffusione

Da venerdì 24 a lunedì 27 marzo 2017 torna a Duino Aurisina (TS) una delle iniziative che da il via alla stagione turistica sul territorio di Duino ‘Primavera al Castello’.
Duino Aurisina si appresta quindi ad accogliere la primavera con una serie d’iniziative che animeranno nel prossimo fine settimana il Castello di Duino e l’intero territorio Carsico

Si partirà venerdì 24 marzo con l’apertura (alle ore 10.00 previo prenotazione 040208120) della mostra “100 anni del Lions International” all’interno della Torre del Castello di Duino. Promossa dal Lions Club Duino Aurisina in collaborazione con tutti i Club della Provincia di Trieste per celebrare i cento anni di attività dei Lions che con 46.000 club con oltre 1,36 milioni di soci sono l’organizzazione di club di servizio più grande del mondo.  Nel 1917 Melvin Jones, un uomo d’affari trentottenne di Chicago, disse ai soci del proprio business club locale che avrebbero dovuto guardare oltre i problemi legati al lavoro e dedicarsi al miglioramento della comunità e del mondo. Il gruppo di Jones, il Business Circle di Chicago, sosteneva la sua visione. Dopo aver contattato gruppi simili negli Stati Uniti fu tenuto un incontro organizzativo il 7 giugno 1917, a Chicago (USA). Il nuovo gruppo prese il nome di uno dei gruppi invitati, la “Association of Lions Clubs”. Nell’ottobre dello stesso anno si tenne una convention nazionale a Dallas (USA) nel corso della quale vennero approvati lo statuto, il regolamento, gli scopi e il codice etico. La mostra è un percorso dei Service che vengono fatti a livello locale, nazionale ed internazionale. La mostra sarà aperta da Massimo Romita Presidente del Club e Dario Angiolini Responsabile di Zona del Distretto 108ta2



Sabato 25 alle ore 10.00 (ingresso previo prenotazione al 040208120presso il Centro Congressi del Castello di Duino avrà luogo la conferenza di apertura della Mostra: “PER NON MORIRE DI SETE NELLA GRANDE GUERRA” inserita all’interno del Progetto VOCI DI GUERRA IN TEMPO DI PACE, TRA FRONTE E FOLLIA” coordinato dal Gruppo Ermada Flavio Vidonis con il sostegno della Regione Fvg sui Bandi della Grande Guerra. La conferenza vedrà la partecipazione di Gianfranco Simonit, Vice Presidente del Gruppo Speleologico Carsico di San Martino al Carso e di Gabor Muranyi dell’Associazione Ungherese Meritum partner del Progetto ed ideatori della Mostra. A far gli onori di casa Mauro Depetroni del Gruppo Ermada Flavio Vidonis che illustrerà la sezione del progetto dedicata alle Grotte e all’Acqua due degli elementi essenziali della Grande Guerra. Intervento conclusivo di Chiara Isadora Artico infaticabile presidente dell’Associazione IO DEPOSITO che illustrerà l’altro progetto  B#Side War sempre sostenuto dalla Regione Fvg.
La Conferenza anticiperà la presentazione alle ore 11.00 della installazione “PANOPTICO/ Sound Art Installation by Greta Lusoli a cura della Ass. IoDeposito presso il Bunker del Castello di Duino L’opera PAN-ὀπτικός nasce dal tentativo di evocare sonoramente (e ricostruire nella mente dell’uditore) l’architettura di prigione ideata dal filosofo e giurista J. Bentham alla fine del XVIII secolo, nata come proposta atta a rendere più efficienti, economiche e sorvegliabili le carceri. La prima chiave di lettura è di carattere sensoriale: per evocare la crudele architettura del PAN-ὀπτικός, Greta Lusoli proietta nello spazio prossemico del fruitore un suono vibrante, profondo, aspro e sgradevole, che evoca segnali d’allarme naturali (è forse corretto dire che questo suono pare la summa dei segnali d’allarme prodotti dal mondo animale, comprendendo anche quel mondo animale primitivo che si è estinto), facendo risuonare nella cassa toracica e nella memoria di chi si avvicina echi universali, archetipici, di primordiale forza.
Mentre alle ore 11.30 presso la Sala dei Ricevimenti e successivamente nella Torre l’apertura della Mostra per “NON MORIRE DI SETE NELLA GRANDE GUERRA” che presenterà un importante collezione di oltre 100 pezzi di Borracce (di tutte le nazioni) e di bottiglie che servivano ai soldati per rifornirsi dell’acqua. Nella torre oltre 80 pannelli didattici che illustrano in un percorso articolato le descrizioni delle materiale esposto.

Alle ore 16.00 di Sabato 25 sempre al Centro Congressi un grandissimo Autore ALBERTO GARLINI scrittore tra i curatori del Festival Letterario PordenoneLegge presenta il suo ultimo libro “IL FRATELLO UNICO” edito dalla Mondadori. Dialogheranno con l’Autore Carmen Gasparotto e Mariaelena Porzio.
Sabato 25 e domenica 26 presso la Sala Grotte del Castello di Duino dalle 10.30 alle 17.00 avrà luogo lo svolgimento di “AQUOLINA DI PRIMAVERA” promossa dall’Associaizone Promoturismo Alpe Adria con una serie di degustazioni di prodotti del territorio dai vini ai formaggi, dai dolci all’olio.
Le iniziative in Castello proseguiranno anche domenica 26 marzo dalle 09.30 alle 16.30 nel parco del Castello di Duino avrà luogo la 8° edizione dell’EXTEMPORE – PRIMAVERA AL CASTELLO artisti en plein air. Gli artisti nazionali ed internazionali, usciti dai loro atelier, realizzeranno le loro opere di pittura, scultura, mosaico e grafica direttamente nel parco e nella corte del Castello. Coordinato dalla Sezione Cultura del Gruppo Ajser 2000 attraverso la sua responsabile Lucia Lalovich. info 3405665103.
Alle ore 11.00 Con spirito equanime di riconciliazione e di pace, attraverso la lettura interpretativa di poeti giuliani, gli allievi del Corso di recitazione dialettale dell’Università della 3° età di Trieste con il patrocinio del LC Duino Aurisina, vogliono onorare le vittime di tutte le violenze espresse nelle guerre di ogni tempo. Con la regia di Romana Olivo Succhielli.
Alle ore 16.45 Nella piazza sotto la torre cinquecentesca ritrovo degli artisti esposizione delle opere realizzate en plein air e consegna dei riconoscimenti a tutti i partecipanti. La giuria sceglierà i vincitori del Primo Trofeo Internazionale “ARTE AL CASTELLO DI DUINO”.



Ma non sarà solo il Castello di Duino la sede della manifestazione, sabato 25 marzo alle ore 15.00 presso l’Agriturismo Le Torri di Slivia ad Aurisina Cave 62, l’apertura della mostra LE GROTTE DELLA GRANDE GUERRA” collegata alla mostra in Castello ed inserita all’interno del Progetto VOCI DI GUERRA IN TEMPO DI PACE TRA FRONTE E FOLLIA. All’interno della Grotta, immagini emozionanti dei soldati di come si difendevano all’interno delle Grotte, di come cercavano di sopravvivere e di vivere. La particolarità di tale mostra è la diffusione sul territorio, infatti domenica 26 marzo alle ore 11.00, un’altra parte della mostra “LE GROTTE DELLA GRANDE GUERRA” verrà presentata all’interno della GROTTA GIGANTE di Sgonico per far entrare in rete queste meraviglie che il Carso è in grado di offrire.
Né la Grotta Gigante né la Grotta Le Torri di Slivia hanno conosciuto formalmente la Grande Guerra, ma in tali Grotte accessibili al pubblico vogliamo in qualche maniera far conoscere ed ammirare da un pubblico che non è un pubblico “speleologico” quello che accadeva all’interno delle Grotte durante il primo conflitto Mondiale. Per conoscere al meglio e da vicino alcune delle grotte della Grande Guerra bisognerà aspettare altri due appuntamenti 8/9 aprile alla Grotta Valentina di Visogliano con il Gruppo Speleologico San Giusto e il 14 maggio sulle Grotte dell’Ermada con il Grmada e il Flondar.
Tale iniziativa rientra nelle iniziative promozionali turistiche che la Promotrieste sviluppa nel corso della sua attività.
Ultimo appuntamento di Primavera al Castello è lunedì 27 marzo alle ore 18.00 presso l’Auditorium IGO GRUDEN di Aurisina dove il mondo delle Associazioni e Sportive sarà protagonista della seconda edizioen della “LE STELLE DELLA CULTURA E DELLO SPORT” promosso dal Lions Club di Duino Aurisina, dove cultura e sport presenteranno le loro eccellenze.

prenotazioni in Castello 040208120
per info 3488704157 / 3405665103